Dal borghese all’uomo-massa: Elémir Zolla e gli squilibri della modernità

“La civiltà moderna è come quell’antico tiranno che faceva recidere il pollice ai prigionieri per garantirseli inetti a scagliare una lancia, ma capaci di remare, seppure con scarso piglio.”(E. Zolla) Esordire con una parola tanto profonda quanto oramai logora significa voler avvisare il lettore stressato dal trambusto quotidiano che il testo a seguire non propone... Continue Reading →

La Lezione postuma di Sándor Márai sulla Storia, il Popolo e la Nazione

“Raramente l’uomo contemporaneo si fa cogliere preparato dal momento storico: il più delle volte scopriamo che nel mondo qualcosa è irrimediabilmente giunto alla sua fine mentre siamo in pigiama o ci stiamo facendo la barba” Così lo scrittore ungherese Sándor Márai preparava i lettori ad affrontare il viaggio all’interno delle sue "confessioni" sull'Ungheria e l'Europa... Continue Reading →

Homicide involontaire: come il 2000 ha fatto perdere efficacia alla Quinta Repubblica francese

Cosa hanno in comune il caso Benalla, i gilets jaunes, la crisi del debito sovrano europeo e la primavera araba? Sono tutti fattori esogeni a decisioni presidenziali che hanno contribuito all’indebolimento di Presidenti della Repubblica francese al loro primo mandato. Questi fattori li avrebbero portati – o lo porteranno, nel caso di Macron – a... Continue Reading →

Sfida all’Occidente: la Romania vista da Titu Maiorescu, Nichifor Crainic e Nae Ionescu. Gli intellettuali romeni controcorrente a partire dall’800

Il popolo romeno si è trovato sempre costretto a combattere per assicurare la conservazione della propria identità, minacciata dalle spinte culturali provenienti sia dall’Occidente che dall’Oriente. La cultura occidentale liberale però riuscì nell’800 a vincere questa resistenza, conquistando sia i politici che gli intellettuali romeni che iniziarono ad imitarne il modello; di conseguenza anche la... Continue Reading →

Friday Night Lights: una breve e incompleta storia politica del Texas

“Instead of understanding that they were the beneficiaries of history, they began to believe that they were the creators of it.”  H. G. Bissinger, Friday Night Lights: A Town, a Team, and a Dream Ho sempre immaginato Odessa, Texas come un’archetipica città rurale statunitense, anzi texana. Praterie di erba così simili alla steppa russa che... Continue Reading →

La fine dell’Austria-Ungheria e la crisi dell’UE: Leggere Joseph Roth a Bruxelles 

Cosa hanno in comune la Finis Austriae, ossia il periodo che vede la dissoluzione di quell'Impero Austro-Ungarico (1867-1918) deliziosamente e lucidamente raccontato dallo scrittore di origini ebraiche Joseph Roth, con l’odierna crisi dell’Unione Europea? “Niente" apparentemente. “Tutto”, direbbe beffardo il Saladino delle Crociate di Ridley Scott. Se da un lato, infatti, appare logicamente impensabile azzardare... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: